.st0{fill:#FFFFFF;}

I migliori ecoscandagli da pesca 

By  Alex

Un ecoscandaglio è un apparecchio utilizzato per ottenere determinate informazioni riguardanti le acque dolci o salate.

Viene adoperato per gestire l'attività a bordo di una nave, per fare ricerche scientifiche sugli ambienti subacquei, ma anche per pescare.

Infatti è molto utile sia per i pescatori professionisti che quelli amatoriali, nel mentre pescano da una barca (e in certi casi anche da riva e sul ghiaccio).

Ciascun ecoscandaglio emette delle onde sonore per poter ottenere dei dati sulla profondità di un fondale, sulla presenza di pesci, oggetti e alghe, sulla temperatura dell'acqua, e su altro ancora.

Le varie onde sonore rimbalzano sugli elementi fisici rilevati, e tale rimbalzo è utile per offrire anche altri dati, come per esempio il peso di ciascun elemento (calcolando la forza dell'impulso di ritorno) e la sua posizione esatta.

Ogni ecoscandaglio si avvale un trasduttore, che è fondamentale in quanto è in grado di tradurre in testo e immagini le onde sonore emesse.

Un determinato ecoscandaglio disponibile in commercio può differenziarsi da altri modelli per varie ragioni: per eventuali funzioni ulteriori, per la capacità di resistere all’acqua salata, per la facilità di utilizzo, per la presenza o assenza di un display incorporato, per il grado di accuratezza, ecc.

Nel corso di questo articolo, suggeriamo alcuni ottimi modelli di ecoscandagli da poter acquistare. E successivamente offriamo utili informazioni su cosa è importante valutare nell’acquisto di questi dispositivi.

More...

I migliori ecoscandagli da pesca

Di seguito descriviamo alcuni ecoscandagli da pesca che riteniamo particolarmente degni di essere presi in considerazione per l’acquisto.

L'ecoscandaglio qui preso in considerazione, una volta raccolte le informazioni emettendo onde sonore in acqua, può comunicare con uno smartphone tramite collegamento wireless per mostrare quanto rilevato.

Fornisce immagini molto precise sul display del telefonino, e individua la gran parte dei pesci rispetto all'area esaminata.

Può funzionare fino a 80 metri di profondità sia in acque dolci che salate.

Consente di visualizzare la struttura del fondale con un buon grado di nitidezza.

Offre informazioni accurate sulla temperatura dell'acqua.

Un suo lato negativo è rappresentato dal fatto che deve stare leggermente fuori dall'acqua per poter rilevare le informazioni, quindi è più difficile da usare quando il mare è mosso.

Le mappe delle zone esaminate che elabora, e che mostra sullo smartphone, non si possono trasferire su PC o altri device.

L’apparecchio qui preso in esame è economico, ma non per questo di qualità scadente. Anzi, il suo rapporto qualità/prezzo è ottimo. Naturalmente non può essere utilizzato per pescare a grandissime profondità.

Si avvale di uno schermo a colori da 4.3 pollici le cui immagini si possono tranquillamente osservare anche quando la luce del sole è molto forte.

L'ecoscandaglio in questione permette di rilevare i pesci e la profondità dei fondali in maniera agevole, essendo semplice da utilizzare.

Va anche detto che l'interfaccia grafica offertadal suo schermo non è molto gradevole nell'aspetto, tuttavia è intuitiva e fornisce informazioni di facile lettura.

Dispone anche del GPS, per cui può consentire a chi lo utilizza di ritornare in zone dove è già stato in passato, e in cui magari è riuscito a ottenere ottimi risultati in fatto di pesca.

Questo prodotto è un ecoscandaglio con sonar grandangolarea regolazione automatica a seconda delle specifiche condizioni del momento. Possiede anche uno schermo da 4,3 pollici.

Come ogni ecoscandaglio che si rispetti, offre informazioni sullaprofondità del fondale e sulla presenza dei pesci.

Talvolta pecca di imprecisione nell'indicare la profondità del fondale. C’è anche da dire che, quando la barca va molto veloce, non produce immagini complete.

È molto semplice da usare, anche perché le sue funzioni principali sono facilmente accessibili dall'apposito menu.

Si avvale anche della tecnologia GPS, così da consentire di tornare in zone dove si è già pescato in precedenza.

Questo ecoscandaglio è dotato di un display a colori da 2,8 pollici.

Può funzionare siawireless che con uncavo trasduttore. La sua azione risulta efficace fino a 45 metri in modalità wireless, e fino a 100 metri con il cavo.

Il suo sonar (l’accessorio da introdurre in acqua) garantisce una copertura di area differente a seconda di come la si analizza: 45 gradi a 200 kHz con il cavo trasduttore, e 90 gradi a 125 kHz in modalità wireless.

Consente di misurare la profondità dell'acqua e la sua temperatura, e di rilevare la presenza e la posizione dei pesci.

È facile da utilizzare, ma la rilevazione dei pesci che fornisce non è sempre accurata.

Questo economico ecoscandaglio si avvale di uno schermo a colori da 2 pollici, e può funzionare a una profondità massima di 40 metri. Può rivelarsi molto utile per gli appassionati di pesca, sia in acque dolci che salate, ma anche per la pesca sul ghiaccio.

Agisce in modalità senza fili. Il suo sonar wireless ha un fascio di 90 gradi a 125 kHz.

Data anche l'economicità del prodotto, le sue misurazioni sono utili ma non accuratissime.

C'è anche da dire che le immagini presenti sul suo schermo LCD non si vedono facilmente quando c'è molto sole.

Come scegliere un ecoscandaglio

Un ecoscandaglio per la pesca è uno strumento utilissimo sia per i professionisti che per gli appassionati.

Si tratta di un apparecchio molto più complesso rispetto a un profondimetro, con il quale non deve essere confuso. Il profondimetro infatti misura solo la profondità del fondale marino, mentre l'ecoscandaglio offre anche ulteriori informazioni: la temperatura dell'acqua, la presenza di banchi di pesce, la dimensione dei pesci, ecc.

Per capire quale ecoscandaglio è più adatto a ciascuno, occorre fare le giuste valutazioni sia a seconda dell'utilizzo che si intende farne e sia in relazione al tipo di barca che si adopera per pescare.

In particolare, tra gli elementi da prendere in considerazione prima di acquistare uno di questi dispositivi, rientrano i seguenti:

  • La tipologia di prodotto(apparecchio fisso o portatile)
  • Trasduttore con cavo o wireless
  • Qualità del display (se presente)
  • Tipo di alimentazione
  • Stabilità del segnale
  • Peso
  • Resistenzaall’acqua salata
  • Livello di profondità massima in cui può agire
  • Accuratezza delle informazioni sulla temperatura dell’acqua
  • Potenza
Presenza o assenza del GPS.

Apparecchio fisso o portatile

Gli ecoscandagli fissi sono adatti ai professionisti che utilizzano grandi imbarcazioni, mentre gli ecoscandagli portatili sono l'ideale per gli appassionati che adoperano barche più piccole.

 I modelli portatili sono più semplici da usare. In certi casi non hanno un monitor, ma si servono dello schermo dello smartphone per poter visionare i dati raccolti volta per volta, tramite una connessione bluetooth o wifi.

Trasduttore

Il trasduttore è necessario per elaborare e mostrare su uno schermo, sotto forma di testo e immagini, i dati raccolti dalle onde sonore emesse dall'ecoscandaglio.

Esistono trasduttori con cavo e senza cavo.

Quelli con cavo si collegano fisicamente al display dell'ecoscandaglio, e vanno montati sulla barca.

Quelli senza cavo sfruttano la connessione wifi o bluetooth per dialogare con lo schermo dell'ecoscandaglio o con uno smartphone, e sono l'ideale per essere montati all'esterno di una barca in movimento ed essere lanciati con una canna da pesca. I trasduttori senza cavo si possono usare anche pescando a riva o sul ghiaccio.

Display

Lo schermo dell'ecoscandaglio deve garantire una visione delle informazioni chiara e il più veloce possibile.

Per cui conviene optare per ecoscandagli con un display a colori, di grandezza media e con una risoluzione ottimale.

Tipo di alimentazione

Se si sceglie un ecoscandaglio alimentato a filo, è importante allacciarlo alla corrente elettrica.

Se invece si opta per un modello a batteria, è importante assicurarsi che l'autonomia di quest'ultima abbia una buona durata. Le batterie migliori sono quelle agli ioni di litio.

Stabilità del segnale

Gli ecoscandagli con il trasduttore senza cavo devono essere in grado di garantire un segnale stabile e continuo.

Peso

Il peso è un aspetto particolarmente importante, sia per quanto riguarda gli ecoscandagli con cavo che quelli con trasduttore remoto.

Quelli con cavo vengono assicurati direttamente alla barca, ed è importante che non siano troppo pesanti se l’imbarcazione è particolarmente leggera.

Quelli con trasduttore remoto devono disporre di un trasduttore né troppo pesante e né troppo leggero, al fine di riuscire a lanciarlo dalla barca in acqua alla distanza desiderata con la dovuta precisione.

Resistenza all'acqua salata

Gli ecoscandagli da utilizzare in mare devono saper resistere anche all'acqua salata, quindi devono essere realizzati con materiali adeguati in tal senso. In genere, più i loro materiali sono resistenti e di qualità, e più questo aspetto incide sul prezzo.

Livello massimo di profondità

Ogni ecoscandaglio ha un preciso livello massimo di profondità entro cui può essere usato.

La scelta su quale modello scegliere deve necessariamente dipendere anche da questo aspetto.

Temperatura dell'acqua

Alcuni ecoscandagli offrono informazioni molto più precise di altri sulla temperatura dell'acqua.

La loro grande accuratezza in tal senso permette di avere maggiori chance di pescare i pesci desiderati.

Infatti la presenza di un certo tipo di pesci in una certa zona dell'acqua viene spesso influenzata dal tipo di temperatura presente in quella determinata area.

Potenza

Più un ecoscandaglio è potente, più riesce ad analizzare meglio le varie zone dell'acqua.

La sua potenza è data dal rapporto di due elementi: l'angolatura e la profondità massima di scansione.

Le onde sonore emesse dall'ecoscandaglio hanno una forma conica, con un'angolatura ben precisa.

All'aumentare dell'ampiezza del cono, si ridurrà automaticamente la profondità analizzabile. Al diminuire dell'ampiezza del cono, sarà possibile esaminare una profondità maggiore.

Esistono degli ecoscandagli molto avanzati che consentono la scelta di ampiezze d'angolo diverse, per poter controllare aree più o meno ampie a seconda delle necessità del momento.

GPS

Alcuni ecoscandagli sfruttano la tecnologia GPS per poter ritrovare delle zone specifiche in cui si è già pescato in precedenza.
Ciò può risultare utile a chi cambia spesso area di pesca, e agli appassionati che si dedicano alla pesca in modo saltuario. Infatti, usando il GPS si può eventualmente tornare nei luoghi che si sono rivelati particolarmente ricchi di pesci.

Ultimo aggiornamento 2021-10-16 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

L'autore - Alex

Appassionato di pesca e sport all'aria aperta sin da bambino, ama passare il suo tempo libero praticando Spinning e scrivendo articoli utili per aiutarti ad ottenere più risultati nelle tue battute di pesca.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Hai una domanda? Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}