Come Fare Spinning Dalla Spiaggia: Tecnica, Prede e Attrezzatura

In questo articolo andiamo a vedere come affrontare la spiaggia per le battute di spinning. In particolare andremo a vedere quali sono i vantaggi o svantaggi di pescare in questo spot.

Quali sono le specie che puoi pescare, il periodo e gli orari migliori e qual è l’attrezzatura necessaria. Dalle canne da pesca ai mulinelli fino ad arrivare agli artificiali migliori per la spiaggia. 

Buona lettura.

More...

Perché fare spinning dalla spiaggia : Vantaggi e svantaggi

Pro e contro di fare spinning in spiaggia

Ti stai chiedendo se la spiaggia è uno spot che per praticare spinning merita la tua attenzione? In questo primo paragrafo andiamo a vedere i benefici della pesca in questo spot e perché te lo consiglio se hai determinati obiettivi. 

Vantaggio : Nella spiaggia ti puoi muovere agevolmente

Vista la natura di questo luogo generalmente parlando hai la possibilità di muoverti sul terreno senza correre alcun rischio (come potrebbe capitare sulla scogliera).

Questo è importante innanzitutto per la tua sicurezza e poi perché hai la possibilità “ricercare” i predatori lungo tutta l’estensione del litorale. Così facendo le possibilità di catturare aumentano in modo esponenziale.

Vantaggio : Il recupero del pesce è molto più semplice

Un altro ottimo vantaggio di questo spot è la facilità con cui puoi recuperare un pesce, anche se di grandi dimensioni. In genere non incontri grossi ostacoli (come nelle scogliere) e puoi persino immergerti parzialmente in acqua con gli appositi waders o stivali.

 Svantaggio : Sei limitato a poche specie

Le spiagge nostrane non sono il luogo più produttivo in assoluto per pescare a spinning. Infatti per quello che riguarda le specie che puoi trovare sei abbastanza limitato. La regina delle spiagge è sicuramente la spigola. A volte si possono incontrare casualmente, serra e barracuda ma sono incontri abbastanza rari. Ed è più facile incontrare queste specie nei porti o nelle scogliere.

Un altro grande predatore che si può pescare dalla spiaggia è la leccia amia. Specialmente laddove c’è uno sbocco di acqua dolce.

Quindi in definitiva possiamo dire che la spiaggia è uno spot buono se vuoi fare spinning alla spigola. Un pò meno se vuoi concentrarti su altre specie. 

Prede insidiabili da questo spot

La spigola dalla spiaggia

Come abbiamo visto prima, la regina incontrastata delle spiagge è la Spigola. Si tratta di un pesce molto astuto che non si lascia ingannare facilmente. In genere è presente sulle nostre coste durante tutto l’anno. Con una prevalenza di esemplari di taglia durante l’inverno. Periodo in cui depone le uova.

Nella caccia tende a compiere agguati e non a caccia in velocità come pesce serra o leccia amia.

Si nutre di piccoli pesci come muggini e latterini. Piccole anguille, vermi e crostacei. E caccia prevalentemente nei cambi di luce e durante la notte. Mentre è molto difficile pescare le spigole durante il giorno.

La pesca alla spigola dalla spiaggia è una delle più emozionanti. Questo pesce può regalare grandissime emozioni, specialmente considerando il fatto che non è semplice da ingannare.

Nel resto dell’articolo parleremo dell’attrezzatura adeguata. Quindi canne, mulinelli e artificiali adatti oltre che la montatura. 

Serra dalla spiaggia

Anche il pesce serra può essere pescato dalla spiaggia, ma si tratta di un incontro molto più raro rispetto alla spigola. Questo predatore negli ultimi anni è diventato più presente nei nostri mari. Specialmente nel periodo estivo e nella bella stagione in generale.

Sembra invece essere assente nel periodo invernale, visto che ama le acque tropicali e subtropicali.

Il serra caccia quasi sempre in branco. E tende ad essere molto attivo nei cambi di luce, quindi tramonto e alba. Ma anche durante la notte.

La sua preda preferita è il muggine di cui fa delle vere e proprie razzie. Per questo se vuoi pescare il serra dalla spiaggia è meglio farlo laddove c’è una foce. In questo modo le probabilità di trovare i serra aumentano in modo esponenziale. 

La leccia amia

La leccia amia è uno dei predatori più grandi che puoi incontrare nelle nostre spiagge. Infatti può arrivare a pesare oltre 50kg, anche se gli esemplari più grandi che vengono pescati sulle nostre coste sono di 20-30 kg.

Anche questa specie è gregaria e tende a muoversi in piccoli branchi. Questo pesce è capace di ingoiare in un solo boccone muggini di oltre 1 kg, pesci che caccia in superficie e a grande velocità. 

Periodo e orario migliore per fare spinning dalla spiaggia

Il periodo migliore per pescare in questo spot dipende dalla specie che hai intenzione di insidiare. Parlando in modo molto generale il periodo migliore è l’inverno. Perché è possibile pescare spigole di dimensioni importanti.

Ma andiamo a vedere più nel dettaglio quando è meglio pescare dalla spiaggia in base alla specie.

  • Se vuoi pescare il serra dalla spiaggia il periodo migliore è la primavera inoltrata fino all’autunno inoltrato, specialmente nel sud italia dove questa specie sosta fino alla fine dell’autunno.
  • Se vuoi pescare la leccia amia dalla spiaggia è il periodo migliore è la fine della primavera e l’estate inoltrata.

Gli orari migliori per pescare dalle spiagge

Per la spigola e il pesce serra gli orari migliori sono i cambi di luce e quindi un’ora prima e dopo il tramonto e la notte. Per la leccia amia invece gli orari sono quelli inversi. Questo predatore infatti è attivo durante il giorno, dall’alba fino al tramonto e le ore centrali tendono ad essere quelle migliori. 

Attrezzatura ideale

attrezzatura per fare spinning dalla spiaggia

Canna da spinning in spiaggia

Per pescare nelle spiagge è importante che la canna da pesca abbia un certo tipo di caratteristiche. In particolare sono da preferire le canne di lunghezza 2.40 metri fino ad arrivare a 2.70 o addirittura 3 metri. Il motivo è che avrai bisogno di fare lanci più lunghi, specialmente se vuoi insidiare il serra o la leccia amia.

Come casting della canna ti consiglio qualcosa che riesca a lanciare artificiali compresi tra i 15 e i 50 grammi per spigola e serra e ben oltre se vogliamo pescare la grande leccia.

Altra caratteristica importantissima è la leggerezza. Tieni a mente che le battute di pesca possono protrarsi per diverse ore e che sarai continuamente in movimento.

Se vuoi scegliere una canna affidabile a un costo accessibile ho scritto un articolo al riguardo che puoi trovare cliccando qui.

Mulinello per la spiaggia e montatura ideale

Per i mulinelli a mio avviso in questo spot è importante non scendere sotto i 3000 come capienza e potenza. Meglio ancora se un 4000 per la spigola e il serra per arrivare anche a 5000 per la leccia amia.

Fondamentale è la presenza della frizione anteriore e dell’imbobinamento a spire incrociate. In modo da evitare parrucche e spreco inutile di lenza.

Ecco un articolo di approfondimento : I migliori mulinelli per fare spinning.

A proposito di lenza e montatura ti consiglio di utilizzare un buon trecciato dallo 0,17 allo 0,25 con finale in fluorocarbon dello 0.30 o 0.40 rispettivamente per spigola e serra. Per la leccia amia consiglio un trecciato dal diametro dello 0,25 fino allo 0,35 e un finale sempre in fluorocarbon di 1 mt dello 0,50 o 0.60. 

Artificiali per lo spinning in spiaggia

Per fare spinning dalla spiaggia puoi utilizzare quasi tutte le tipologie di artificiali, tenendo sempre a mente quali sono i predatori che vuoi pescare e le loro abitudini.

I Popper :

I popper sono esche artificiali che lavorano nello strato di mare superficiale e si prendono il proprio nome dal tipico suono che emettono nel recupero. Che è il “pop”. Sono ottime esche per tutte le specie che puoi incontrare sulle nostre spiagge, specialmente per serra e leccie amia.

Il Wtd :

Il Walk the dog o wtd è un’altra esca da superficie molto popolare che deve il suo nome al movimento che è a zig zag e ricorda quello di un cane al guinzaglio. Si tratta di un’esca fantastica per la spigola e anche per il serra. Un pò meno per la leccia amia a meno che non venga recuperato a grande velocità.

Lo skipping lures

Dette anche saponette la loro caratteristica principale è il fatto che saltellano sulla superficie dell’acqua. Si tratta di un’esca artificiale che va recuperata a grande velocità, non adatta alla spigola ma molto efficace contro la leccia amia e il serra.

Il minnow

Probabilmente è l’esca classica più utilizzata e conosciuta. Ce ne sono di varie tipologie che possono lavorare negli strati di mare superficiale, quelli che lavorano a mezz’acqua e quelli affondanti. Queste esche sono fantastiche specialmente per la spigola e il serra. 

Una sotto categoria che negli ultimi anni sta diventando sempre più popolare è quelle dei long jerk minnow. Si tratta di una variante con dimensioni tra i 14 e i 21 centimetri, un ottimo movimento e un corpo aerodinamico che permette lancia che prima con i minnow non erano possibili. Ottima esca per tutte le specie di predatori del mediterraneo.

Altre esche interessanti per fare spinning dalla spiaggia

Il cucchiaino ondulante o rotante è un’ottima esca artificiale spinning. Si tratta di un’esca classiche ultimamente a mio avviso sottovalutate solo perché sono “old school”. Anche i jig possono riservare belle sorprese, meglio se utilizzati in spiagge profonde.

Eccoti alcuni articoli di approfondimento sulle esche artificiali e di consigli molto più precisi sui modelli da scegliere :

Sei pronto a fare spinning in spiaggia?

In definitiva possiamo dire che la pesca a spinning dalla spiaggia può regalare grandi emozioni specialmente se effettuata nei periodo giusti. Nel periodo invernale la preda preferita è sicuramente la spigola, durante la bella stagione e l’estate si possono pescare anche serra e leccie amia.

Il mio consiglio per aumentare la possibilità di una buona cattura è di pescare laddove le spiagge vengono interrotte da scogliere o foci. Quindi nelle zone che delimitano la spiaggia. Specialmente se sei interessato a specie diverse dalla spigola. 

Lascia un commento